"Al Sud", dichiarazione d'amore per il Meridione. E' online il nuovo brano del cantautore Povia

 

alt

E’ una dichiarazione d’amore per il Meridione ma anche una dura presa di posizione sull’Unità d’Italia il brano “Al Sud” che, proprio ieri 17 marzo - giorno in cui si celebra l'Unità d’Italia – il cantautore Giuseppe Povia ha diffuso online insieme al video.

Nel pungente testo di Povia le conquiste del Sud, elencate dall’artista, stridono con l’impresa garibaldina: “Prima dell’Unità d’Italia al Sud nessuno emigrava, al Sud la gente si amava, al Sud si lavorava”.

Non è un caso se ad aprire il brano siano queste frasi: “C’era una volta il Regno delle Due Sicilie che era tutto il Sud Italia dall’Abruzzo e dal basso Lazio in giù compresa la Sicilia. Potenza industriale e militare il Sud era ricco ma poi venne Garibaldi fece l’Unità d’Italia e il Sud divenne povero e cadde a picco”.

Il videoclip/slide - disponibile su www.povia.net - che accompagna la canzone vede Povia come un narratore che racconta la storia del Sud dall’interno di un libro. 
Il video è firmato ancora una volta dalla genialità di Marco Carlucci e Primafilm Creative District (Roma), già noto per altri brani di Povia tra i quali "Luca era gay”, “La Verità”, “Chi comanda il mondo?”. Quest'ultimo legato al suo documentario "La Centesima Scimmia".

“Al Sud” è un brano contenuto nel nuovo cd “NuovoContrordineMondiale” che il cantautore presenterà per la prima volta in un unico evento, il 23 aprile ad Anagni (Frosinone) con tre ore di live. Per prenotare ufficiostampa@povia.net

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information