"Il diavolo vince a Wimbledon", il glamour di Lauren Weisberger da Vogue ai campi dei tennis

 

alt

Da fidanzatina d’America a un mondo dorato e effimero fatto di party esclusivi, yacht mozzafiato e incontri con celebrità hollywoodiane.

E’ la metamorfosi di Charlie Silver, con la racchetta in mano fin dalla tenera età, promessa del tennis mondiale a poco più di vent’anni, fino a quando i suoi sogni non subiscono un’inaspettata battuta d’arresto a causa di un serio infortunio a Wimbledon.

A questo punto la ragazza dovrebbe prendere in considerazione l’ipotesi di abbandonare il tennis – la sua stessa allenatrice la invita a riflettere in merito -, invece, più testarda e motivata che mai, Charlie prova a contattare Todd Feltner, il coach dei coach, un vero asso con unico difetto: è intrattabile, ha un caratteraccio, i suoi atleti sono costretti a seguire una disciplina ferrea. Charlie è disposta ad accettare tutto questo pur di tornare a vincere. Ed è qui che entra in campo una nuova Charlie – la Charlie che ha stretto un patto col diavolo - opposta alla precedente. Non sono tutte rose e fiori, il buonismo - come impara a sue spese Charlie - è da mettere al bando.

Il diavolo vince a Wimbledon (Piemme, traduzione di Valentina Daniele) è il nuovo romanzo firmato da Lauren Weisberger, l’autrice del bestseller Il diavolo veste Prada.

Sono tantissime le analogie tra i due romanzi, a cominciare dalla protagonista che tanto ricorda la stagista Andrea, fino al perfido Todd Feltner così simile a Miranda.

Weisberger ha in un certo senso “spostato” il glamour della moda e delle sfilate del suo romanzo d’esordio “dietro le quinte” dei campi da tennis.

Il diavolo vince a Wimbledon è una commedia leggera, ricca di dialoghi e di personaggi sopra le righe.

La Weisberger è nata a Scranton, in Pennsylvania. Dal suo primo romanzo, Il diavolo veste Prada (Piemme, 2004) è stato tratto il celebre film con Meryl Streep e Anne Hathaway. In seguito ha pubblicato, sempre per Piemme, Al diavolo piace Dolce, Un anello da Tiffany, Il diavolo vola a Hollywood e La vendetta veste Prada, riscuotendo un incredibile successo. 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information