"Le città invincibili" di Serafino Paternoster, martedì 20 giugno la presentazione a Matera

 

copertina le citt invincibili


















































Da simbolo dell’immobilismo del Sud a emblema del dei suoi cittadini, da “vergogna nazionale” a Capitale Europea della Cultura del 2019: si può sintetizzare così la parabola di Matera che dal 17 ottobre 2014 sta vivendo il suo momento più intenso, sotto i riflettori dell’Europa dopo la proclamazione al Mibac (Ministero dei beni e delle attività culturali) del ministro della Cultura Dario Franceschini.

Capitale europea della cultura non si nasce, si diventa. Il titolo assegnato tre anni fa è stato il frutto di un lungo ed intenso lavoro che ha visto protagonisti cittadini, istituzioni e professionisti della cultura. E’ il riscatto di una città che, prima d’ora, non era mai riuscita a spiccare in modo incisivo, se non per il suo patrimonio paesaggistico. Era toccato a Genova, Bologna e Firenze: Matera è la prima città meridionale ad essere diventata Capitale Europea della Cultura.

Le città invincibili. L’esempio di Matera2019 (Editrice Universosud) del giornalista Serafino Paternoster è un diario di bordo, dalla nascita della candidatura ai progetti e alle attività che in cinque anni - dal 2010 al 2015 - hanno portato Matera a posizionarsi sempre di più sul piano nazionale e internazionale in termini di visibilità e credibilità sconfiggendo pregiudizi e capovolgendo il paradigma di un Sud piagnone e immobile.

Il volume sarà presentato a Matera il 20 giugno alle 18,30 nella Sala Levi di Palazzo Lanfranchi. Dialogheranno con l’autore: Raffaello de Ruggieri, sindaco di Matera, Salvatore Adduce, presidente Anci Basilicata, Aurelia Sole, presidente della Fondazione Matera-Basilicata2019, Marta Ragozzino, direttore del Polo museale della Basilicata, Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera-Basilicata2019, Anna Longo, presidente di Legambiente Matera, Antonio Candela, Ceo UniversoSud. A moderare l’incontro sarà la giornalista Lucia Serino.

“Le città – scrive Serafino Paternoster - hanno un corpo e un’anima. E come il corpo e l’anima non possono restare immobili, ferme, ancorate alla loro storia. Se non cambiano non crescono. I cittadini e le politiche pubbliche non possono fermare il loro cammino, ma devono saper governare il cambiamento costruendo idee e azioni attraverso una programmazione strategica capace di guardare lontano. Anche a questo servono le competizioni di capitale europea e capitale italiana della cultura. Anche a questo servono i rispettivi dossier di candidatura.

Dall’esperienza di Matera tutte le città possono trarre un consiglio: non basta essere belle, non basta avere una ricca storia, uno straordinario patrimonio culturale, un paesaggio unico, ma occorre costruire un modello di cambiamento e una visione di futuro per diventare davvero invincibili”.

Il direttore di Rai Radio3, Marino Sinibaldi, che ha firmato l’introduzione del testo, nel presentarlo in anteprima nazionale al Salone del libro di Torino, ha affermato: “È quasi un’opera post-moderna nel racconto perché sfogliando queste 400 pagine si trovano, oltre alla voce narrante, comunicati stampa, articoli di giornale, citazioni, contributi di altri autori, documentazione amministrativa e tanto altro ancora utile a comprendere davvero fino in fondo cosa è successo a Matera dal 2010 al 17 ottobre 2014”.

In appendice è stata pubblicata la traduzione in italiano di tutto il report della giuria con le valutazioni sul lavoro svolto da tutte le sei città entrate in short list e attraverso il qrCode stampato sull’ultima di copertina è possibile scaricare tutta la principale documentazione amministrativa che ha accompagnato la candidatura.

Il libro è in vendita a Matera, al Comincenter di piazza Matteotti (Ex stazione Fal) e a Potenza presso UniversoSud (Sede Unibas di Macchia Romana), nelle librerie di Potenza e Matera ma è anche acquistabile on-line attraverso il sito www.editriceuniversosud.it.

L’intero ricavato dell’autore per la vendita del libro verrà devoluto a Legambiente per la piantumazione di nuovi alberi nella città di Matera.

Serafino Paternoster, laureato in Scienze della Comunicazione è critico musicale e giornalista professionista. E’ caposervizio dell'ufficio stampa della Giunta regionale della Basilicata dove lavora dal 1996. Dal 2010 al 2015 ha gestito l'attività di comunicazione istituzionale del Comune di Matera e l'ufficio stampa del comitato Matera2019 per la candidatura a Capitale Europea della Cultura. Negli stessi anni ha coordinato alcuni progetti come “Materadio – la Festa di Rai Radio3” e alcuni eventi come la cittadinanza onoraria a Enrique Irazoqui e a Francesco Rosi. Ha collaborato con Frigidaire, Il Manifesto, Avvenimenti, La Gazzetta del Mezzogiorno, Musica Jazz, Blu jazz, TelePiù 3, Rai Radio1, Rai Radio2, Trm, Basilicata settimanale, Prima settimanale. Scrive per le pagine culturali de La Gazzetta del Mezzogiorno. 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information