Tra perseveranza e promozione l'area Bradanica colpisce oltre i confini italiani. Dopo l’ iniziativa di promozione locale “Itinerari Rupestri del Bradano” inserita tra le buone prassi dell’ Unione Europea, il GAL Bradanica - Presideuto da Leonardo Braico - ripropone l’esperienza ad una platea internazionale attraverso un nuovo progetto ed un importante partenariato transnazionale, che vede il Gal andaluso Comarca de Gaudix (Granada) come capofila ed il Gal Bradanica come coordinatore sia di importanti attività che della costituzione del definitivo partenariato. Ricordiamo che i comuni rientrandi nell' area materana sono: Grassano, Grottole, Irsina, Miglionico, Montescaglioso e Pomarico (tutti scrigni di storia con patrimoni unici valorizzati in alcune interviste video web realizzate dall' agenzia di comunicazione "Videouno" di Matera-italy e Maria Anna Flumero. Ecco alcuni link 1, 2, 3, 4, 5 e 6 presentie cliccabili su youtube). Al momento, oltre al GAL Bradanica, il partenariato è composto da dodici GAL spagnoli, tre francesi, dal Ministero del Territorio e dell’Ambiente (Algeria), dal Ministero del Territorio, dell’Acqua e della Protezione Ambientale (Marocco), dal Centro UNESCO dell’Andalucía, dall’ Associazione Hades (Francia), dall’Associazione Vaiven Paraíso (Spagna) e dal Parco della Murgia Materana. Il Partenariato è ancora in fase di definizione e di ampliamento, in quanto altri Gal e diversi Enti, tra cui la Provincia di Matera, hanno manifestato il loro interesse ad aderire.
“Il progetto di cooperazione transnazionale denominato El Patrimonio Troglodítico - dichiara Braico - coinvolge diverse realtà locali, nelle quali il patrimonio rupestre costituisce, nella propria diversità, un elemento significativo delle proprie risorse culturali ed ambientali; utilizzando i risultati raggiunti nella precedente esperienza LEADER + l’obiettivo principale sarà quello di attivare nei territori coinvolti politiche di sviluppo in grado di promuovere un’offerta turistica integrata a forte vocazione territoriale che propone in maniera chiara ed univoca la cultura rupestre e l’esperienza della ruralità. A Madrid - conclude Braico, il 20 marzo insieme a tutti i partner verranno programmate le diverse attività, il crono – programma e le singole azioni locali che avranno l’obiettivo di creare, nel medio periodo, una rete turistica transnazionale dedicata al patrimonio rupestre”.
Il progetto realizzato dal Gal andaluso in collaborazione con il team di esperti del Gal Bradanica, coordinati dal Direttore Nicola Raucci, con la progettazione di Giuseppe Lalinga ed il contributo tecnico - scientifico di Franco Caputo, prevede un approccio sostenibile e responsabile al fine di creare modelli di sviluppo capaci di migliorare la qualità della vita dei residenti e di aumentare progressivamente il numero dei visitatori. La redazione di manuali di manutenzione degli insediamenti e l’utilizzo delle nuove tecnologie per esaltare il patrimonio rupestre come tour virtuali tridimensionali, sperimentazione di mappe digitali tramite coordinate satellitari e della prima tv digitale “Troglo Web Tv”, saranno alcuni degli argomenti da discutere nel briefing di Madrid.

Maria Anna Flumero-flumerogemelli@virgilio.it

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information