A Matera festa del papà con Giovanni Sollima

“Matera in musica”. In fase finale la rassegna. Giovedì 19, festa del papà  presso ’Auditorium "R. G. Duni"di Matera. Ospite d' eccezione  il violoncellista e compositore Giovanni Sollima. Conosciamo meglio: Palermitano, classe ’62, una brillante carriera internazionale di violoncellista, collaborando con grandi musicisti. Parallelamente la sua curiosità creativa lo spinge ad esplorare nuove frontiere nel campo della Composizione, attraverso contaminazioni fra generi diversi: rock, jazz, electric, minimalismo anglosassone e musica etnica di tutta l'area mediterranea, dalla Sicilia al Mondo arabo, dai Balcani a Israele, dalla Turchia all’Andalusia. Sulla base di una profonda preparazione classica, nasce così lo stile inconfondibile di Sollima, che nelle sue creazioni si avvale dell'utilizzo di strumenti acustici occidentali ed orientali, di strumenti elettrici ed elettronici, e di altri di sua invenzione (l’aquilarco, il d-touch, il body-cello…). Collabora anche per cinema e televisione. Straordinaria carriera in veste di solista o con diversi gruppi strumentali (tra i quali la Giovanni Sollima Band, da lui fondata a New York), dal 1995 esegue la sua musica in tutto il mondo, effettuando tre tour negli Stati Uniti e Canada e due in Giappone. Nel 2000 tiene un concerto alla Carnegie Hall, unico italiano nella storia del massimo auditorium americano ad aver eseguito nella sua sala principale un intero programma di proprie musiche. In questa occasione riceve una standing ovation dal pubblico e un importante riconoscimento dal Console italiano. La sua carriera si dispiega quindi fra sedi prestigiose ed ambiti alternativi, vicini al pubblico più giovane e di confine. Il 21 gennaio 2007 debutta alla Scala, esaurita in ogni ordine di posti, eseguendo, oltre a sue composizioni, anche arrangiamenti di brani barocchi e di Jimi Hendrix. Due settimane dopo ripropone lo stesso programma a Radio DeeJay, nella fascia di maggior ascolto. Nel febbraio 2007 in Alto Adige, a 3.500 metri, a -20°, in un teatro-igloo, si cimenta con un violoncello di ghiaccio, costruito appositamente per lui. Il Primo Maggio 2007 viene invitato al grande concerto rock di Piazza San Giovanni a Roma. Contemporaneamente, nei suoi concerti, comincia ad affrontare le Suites di Bach dal vivo. La direzione del concerto è affidata a Maurizio Dini Ciacci.

L' evento è orgnaizzato dall’ Orchestra della Magna Grecia in collaborazione con il “Festiva Duni” di Matera e il Coro della Polifonica Materana "Pierluigi da Palestrina".

Maria Anna Flumero  flumerogemelli@virgilio.it

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information