SIA BENEDETTA LA GATTA MAMMONA

gatta_mammonaSonorità strumentali, canti, danze, consuetudini e riti millennari nel solco della tradizione, ma rilanciati in forme artistiche originali e travolgenti. C'è questo nel film che gli studenti del Liceo pedagogico-linguistico "Gesù Eucaristico" (autori della colonna sonora) presentano a Tricarico nella serata del 10 giugno. Un invito non usuale a riscoprire alcuni fenomeni della nostra cultura popolare, nel solco del Tarantismo e sul filo di una ricerca condotta sui sentieri permeati da una "magia" tutta lucana. Una proposta accattivante di giovani talenti che invitano a condividere le fasi salienti della civiltà contadina: il carnevale tricaricese, i riti propiziatori e quelli legati alle cadenze stagionali e religiose, le antiche filastrocche e i giochi di una volta, i canti di raccolta delle olive e di protesta. L'intento - a oltre 50 anni dalle ricerche etnomusicologiche in Basilicata condotte da Ernesto De Martino - è di dimostrare come altri giovani, oggi, siano testimoni e protagonisti dei moduli culturali del Sud, reinterpretandoli e rivisitandoli nella luce dei tempi che stanno vivendo. Con loro, un grande artista, Antonio Infantino - nella cornice degli antichi e suggestivi quartieri della città arabo-normanna di Tricarico - che li benedirà in nome della Gatta Mammona, la "Signora" che da secoli genera figli suonatori e indiavolati, capaci di sprigionare energie primitive e di regalarle a chi vuole farsi pizzicare dalla tarantola.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information