Al via la 60° ed. del Festival di Sanremo

Si è svolto senza colpi di scena il primo appuntamento dell'attesissimo Festival di Sanremo. Ad aprire la serata il duo Bonolis e Laurenti, che hanno passato il testimone della 60° edizione alla raggiante Antonella Clerici. Un momento del festival è stato dedicato anche al testo della canzone di Morgan squalificato per le sue dichiarazioni sulla droga, che hanno tenuto banco fino all'apertura della prima serata.
Anche la gara sonora non ha riservato particolari momenti di spettacolo se non dei fischi sporadici e delle bandiere italiane sventolate in platea alla presentazione del trio Pupo, Emanuele Filiberto e il tenore Luca Canonici. Eliminati dalla giuria popolare - in ordine alfabetico - Toto Cutugno, Nino d'Angelo (con Maria Nazionale) e Pupo-Filiberto-Canonici.
Non sono perse le loro speranze, andranno al ripescaggio giovedì, quando si potranno riesibire con i due eliminati di domani sera. Alla fine due dei cinque esclusi delle prime due serate saranno riammessi alla gara.
Sul palco anche il calciatore Cassano, che ha letto alcuni aforismi del suo libro, ha ribadito l'amore per la madre e per la fidanzata. Risate dal pubblico quando ha scherzato su Lippi: "A lui non vorrei cantare nulla, gliele vorrei suonare".
Ha chiuso la carrellata dei superospiti la regina del burlesque Dita Von Teese, che si è immersa seminuda nella consueta megacoppa di champagne. Nell'annunciare il suo numero "ad alto tasso di erotismo", la Clerici si è sfilata, sollevando un poco il vestito da sirenetta, una giarrettiera rossa. L'unico gesto malizioso di una prova, la sua, fresca e semplice, "così come sono io", aveva detto.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information