Matera, presentato concerto di beneficienza Stabat Mater

concerto_mater“Grazie a una crescente iniziativa di artisti e creativi, spesso organizzatori di eventi, si è realizzato un calendario che quotidianamente coniuga gli appuntamenti culturali, musicali e sportivi a quelli più tradizionali e popolari. Questa città promette un’estate ed un autunno di eventi in grado di soddisfare il pubblico più vario. Un pubblico di visitatori occasionali, ma, anche e sempre più un pubblico di turisti non per caso”. Lo ha detto l’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Matera, Elio Bergantino, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della quindicesima edizione della rassegna “VivaVerdi Multikulti” organizzata dall’associazione Arteria.
“Come dimostrano i dati 2010 sull’affluenza turistica, Matera ha registrato un + 22%. In questo quadro ci sono eventi come questi per un pubblico raffinato amante della buona musica e per un pubblico solidale che ha interiorizzato la cultura che promana dalla storia, dall’architettura e dalle politiche sociali di questa regione  e di questa città. E’ l’occasione per rinverdire il famoso capitale sociale di cui Robert Putnam ci ha parlato”.
Infatti, durante la conferenza stampa Loredana Paolicelli, si è soffermata sul prossimo evento in programma. Il 28 maggio, alle 20.30, nell’auditorium di piazza del Sedile si terrà un concerto di beneficienza dedicato ai gruppi di volontariato Vincenziano. In repertorio lo Stabat Mater di Gianbattista Pergolesi, per soprano, mezzosoprano, archi e continuo interpretato da Beatriz Fornabaio, soprano, Gianna Racamato, mezzosoprano, Duccio Ceccanti, violino I, Vita Sacco, violino II, Annamaria Losignore, viola, Antonio Di Marzio, violoncello, Antonio Carmentano, contrabbasso, Massimo Bergella, basso continuo, Daniele Belardinelli, maestro concertatore.
“Eventi che contano sul talento e sull’estro creativo di Loredana Paolicelli e di ospiti di chiara fama come il m° Alessandro Moccia. Un’iniziativa – ha concluso Bergantino - che si muove sul fronte della produzione così come dovrebbe essere per tutti gli eventi che vogliono entrare nel Piot”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information