Adduce commenta l'approvazione dell'assestamento di bilancio

 

Ieri il Consiglio Comunale di Matera ha approvato il secondo punto all'ordine del giorno riguardante l'assestamento di bilancio. “L'assestamento di bilancio - ha commentato il sindaco Salvatore Adduce - ha messo in evidenza la capacità del governo comunale di mantenere i conti in ordine agendo con oculatezza e rigore”.
“D'altronde - ha aggiunto Adduce - questo assestamento non contiene grandi modifiche in uscita considerato che il bilancio 2011 è stato il primo interamente costruito da questa amministrazione comunale. E, quindi, abbiamo realizzato pochi aggiustamenti, alcuni dei quali, fra l'altro, di ordine tecnico a causa di sopraggiunte novità normative nazionali in materia di bilancio".
Il sindaco sottolinea, inoltre, che la parte più rilevante dell'assestamento riguarda l'incremento di alcuni costi come l'energia elettrica e il gas. "È sotto gli occhi di tutti che quest'anno in tutto il Paese, per diverse ragioni, è notevolmente cresciuta la bolletta energetica. Proprio nei giorni scorsi tutti i mezzi di comunicazione nazionali hanno messo in grande risalto questo aumento che ha riguardato, ovviamente, non solo le famiglie, ma anche gli enti. Proprio per fronteggiare questi aumenti abbiamo da una parte modificato le previsioni e, dall'altra, abbiamo programmato una serie di azioni per cancellare inefficienze  che arrivano da lontano. In quest'ottica abbiamo aderito alla società energetica lucana (Sel).
“Con la Sel – afferma l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Falcone - stiamo predisponendo un piano energetico comunale. Un vero e proprio strumento di programmazione che ci consentirà di ridurre sprechi e di rendere più efficiente il sistema energetico della nostra città, a partire dalla pubblica illuminazione e dall'energia che si consuma nel Palazzo di giustizia, negli edifici comunali e nelle scuole che rappresentano la parte più consistente delle uscite in questa materia".
A entrare nel merito l’assessore comunale al bilancio, Rocco Rivelli.
“Un'altra parte importante dell'assestamento – aggiunge Rivelli - ha riguardato il settore dell'igiene e ambiente. Infatti, in questi mesi abbiamo avviato la riorganizzazione del sistema di raccolta rifiuti per renderlo più efficiente. Non meno importante la necessità di mettere ordine al patrimonio comunale attraverso attività di accatastamento e di valorizzazione e attraverso l'aggiornamento delle rendite catastali”.
In un tempo di pesante crisi economica l’Amministrazione comunale ha continuato a tenere alta l’attenzione verso le fasce sociali più deboli, investendo una quota aggiuntiva di circa 30 mila euro, e verso il settore dell’istruzione. “In questo senso abbiamo allestito un progetto di 68 mila euro cofinanziato dalla Regione Basilicata nel settore della dislessia, altri circa 28 mila euro per nefropatici e talassemici e altri 53 mila euro per minori non accompagnati. Tre progetti fortemente voluti dall’Amministrazione comunale a cui si aggiunge il progetto finanziato dalla legge 77 del 2006 sulla tutela del Patrimonio Unesco che prevede un investimento di circa 203 mila euro. Tutte maggiori spese a cui corrispondono maggiori entrate quindi con un saldo pari a zero”.
Nonostante la crisi economica ed i pesanti tagli dei trasferimenti statali, “abbiamo risposto in maniera adeguata alla necessità di mantenere in piedi servizi essenziali come lo scuola bus o l’ampliamento della mensa scolastica”.
Un capitolo importante riguarda il turismo e la cultura. “Per la prima volta – spiega il sindaco Adduce – abbiamo reso concreto il programma per candidare Matera a capitale europea della Cultura. Le iniziative che, nonostante i tagli delle ultime manovre, abbiamo messo in campo (la cittadinanza onoraria a Enrique Irazoqui, Materadio, il Forum del Libro, gli Open Days) ci hanno dato una grande spinta a livello nazionale e internazionale dal 29 luglio scorso, da quando è nato il Comitato istituzionale Matera 2019. Ovviamente anche gli enti che costituiscono il Comitato saranno chiamati, a partire dalla manovra finanziaria del 2012, a fare la loro parte inserendo una specifica voce di bilancio dedicata a Matera 2019”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information