Al via la “Festa dello Studente”

 

studentiApertura ieri della Festa dello Studente nella città dei Sassi, appuntamento classico organizzato dalla consulta provinciale studentesca materana in programma fino a sabato.
L'appuntamento arriva in un momento particolare per la comunità, vista la crisi che ha investito il paese.
Molti i personaggi intervenuti ieri, tra cui il presidente della Consulta provinciale degli studenti Giuseppe Cicchetti, che ha aperto ed esposto il programma della festa dichiarando che la manifestazione è stata organizzata in risposta al tragico avvenimento di Brindisi utilizzando le armi della cultura, dell'educazione e dell'istruzione.
Presente anche il sindaco della città di Matera, Salvatore Adduce, che si è soffermato sul fatto che l'evento, è si occasione di divertimento, ma ha anche la funzione di confronto e analisi sul momento che si sta vivendo nel paese. Ha inoltre aggiunto che tramite la cultura si può costruire un mondo più pulito e migliore per le generazioni future.
Alberto Cottica, economista e autore del libro Wikicrazia, intervenuto in vedeoconferenza, si è soffermato sul problema della crisi, dicendo che purtroppo il fallimento è sempre dietro l'angolo, ma prendendo spunto dalla Regione Basilicata, con il progetto Visioni Urbane, si può risolvere e raggiungere obiettivi importanti sul fronte delle politiche pubbliche, anche se, il lavoro da fare è parecchio duro.
Ha esposto anche il suo pensiero riguardo la crisi e i giovani Paolo Montemurro di Quality Program, illustrando il programma Erasmus per il lavoro.
Montemurro ha detto che secondo la Commissione Europea bisogna far circolare i giovani nel mondo del lavoro e le loro idee imprenditoriali, perché, liberando la loro creatività, possono far crescere la città e il territorio lucano e così facendo esportarlo e renderlo patrimonio di tutto il mondo.
A fine conferenza è stato presentato il progetto Visioni Urbane della Regione Basilicata dal direttore e dal supporto scientifico del Comitato Matera 2019 Paolo Verri e Rossella Tarantino.
Gli obiettivi del progetto e della candidatura della città dei Sassi a capitale della Cultura Europea - ha espresso Verri -   sono la partecipazione, l'alta sostenibilità e la qualità a basso impatto economico, che ci permetterà di organizzare anche eventi di grandissima portata e che faranno soltanto bene all'intera comunità materana e lucana.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information