Ladri di rame

Ennesimo furto di cavi telefonici si è consumato nella tarda serata di ieri, 31 luglio 2012, nelle campagne materane.

Ancora vittima di tale furto è la tratta telefonica che serve il borgo Picciano "A" sulla strada Matera-Gravina. Ad accorgersi dell'accaduto alcuni automobilisti che percorrendo la suddetta strada si sono ritrovati di traverso alla carreggiata un cavo telefonico che, con il suo cordino di ammarro di acciaio, penzolava ad un'altezza di circa un metro dal piano stradale.

Grande spavento per gli occupanti del veicolo che in un primo momento si sono fermati senza capire cosa li avesse travolti, ma tornando indietro di alcuni metri hanno "avvicinato" l'ostacolo e hanno prontamente avvisato gli altri automibilsti che sopraggiungevano e contestualmente le forze dell'ordine.

La Volante giunta sul posto non ha potuto che rimuovere tale cavo pericoloso, grazie all'aiuto degli attrezzi di fortuna di un automobilista, prendere le testimonianze e auspicare che tale situazione non si verichi più nel futuro sperando nell'interessamento che le società telefoniche potranno dimostrare cercando una soluzione a tale problema, visto che gli abitanti del borgo Picciano si portanto dietro ormai da anni con numerosi disservizi a causa di tali furti e senza il servizio ADSL a causa delle precarie condizioni in cui versa il collegamento telefonico con la città.