Il sindaco fra i detenuti per la Santa Messa del Natale

 

 

Gli auguri di Adduce alla città

“Con l’arrivo del Natale l’atmosfera della città si tinge di festa, di gioia e di speranza per il futuro.

E’ stato un anno difficile che ci ha visto impegnati ogni giorno in un complicato lavoro finalizzato a realizzare una città migliore di quella che abbiamo trovato. Nei prossimi giorni, in un’apposita conferenza stampa, illustrerò ai giornalisti i dettagli del lavoro di questo anno appena trascorso per condividerli con l’intera città.

Ma il mio pensiero quotidiano e, in particolare oggi, alla vigilia del Natale, va a quanti si trovano in condizioni di disagio. La crisi economica in cui siamo profondamente immersi sta provocando in molte famiglie forti preoccupazioni per il loro presente e per il loro futuro.

Anche in questo anno la nostra amministrazione ha operato con il massimo rigore e con grande responsabilità per arginare queste preoccupazioni e aiutare le famiglie ad avere più fiducia.

Non è facile, anche a causa delle sempre più limitate risorse di cui disponiamo, ma resta solido il nostro impegno a creare quei presupposti indispensabili per dare un minimo di garanzie vitali alle fasce meno abbienti.

In questo senso, il Tavolo del Lavoro e dell’Occupazione che abbiamo voluto istituire in municipio, servirà, già a partire dalle prossime settimane, a definire un quadro di azioni concrete utili a ravvivare il tessuto economico e produttivo della città, a partire dai settori strategici come il turismo e la cultura.

E continueremo in questa direzione cercando di mantenere altissima l’attenzione soprattutto nei confronti dei più deboli.

Per queste ragioni, per il terzo anno consecutivo, sarò presente alla Santa Messa del Natale che sarà officiata nella casa circondariale di via Cererie per portare i saluti e gli auguri della città ai detenuti, alle loro famiglie e al personale della struttura carceraria. A loro, alle loro famiglie, ai loro bambini e bambine, rivolgerò un sincero augurio di un Natale di serenità. Anche  a loro voglio portare un messaggio di speranza. La condizione terribile in cui sono costretti a vivere i detenuti in Italia è intollerabile per un paese civile. Un conto è pagare il debito verso la giustizia, altro conto è una sofferenza umana gratuita. Sono molto vicino a Marco Pannella. Dopo tanti richiami formali anche da parte dell’Unione europea è incredibile che, dopo anni ed anni, una speranza di riforma del sistema carcerario italiano debba essere legata ad una testimonianza quasi eroica di un uomo di 82 anni.

Il 2013 sarà un anno importante per la nostra città non solo per il completamento di alcuni progetti che abbiamo avviato, ma anche perché alla fine dell’anno che sta per arrivare, l’Italia deciderà quali saranno le città candidate a capitale europea della cultura nel 2019 che andranno a far parte della lista ristretta. Il Comitato, Matera 2019, è già al lavoro per definire un articolato piano di azione che ci guiderà verso questo appuntamento. Sappiamo bene che questo percorso servirà a risolvere solo una parte, seppur consistente, dei problemi della nostra città. Ma siamo altrettanto convinti che sarà molto utile a costruire un nuovo e positivo orizzonte di speranza e fiducia per noi e per i nostri figli.

A tutti i cittadini gli auguri più sinceri per un buon Natale e un felice anno nuovo”.

L’ufficio stampa

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information