Tappa di Beppe Grillo a Matera

beppegrillo1 Nessun rimborso elettorale, rinuncia a vitalizi e stipendi strepitosi, legge anticorruzione, reddito di cittadinanza a giovani e disoccupati, con questi punti Beppe Grillo ha presentato i candidati del Movimento 5 Stelle nella circoscrzione della nostra Regione. Il camper di Grillo ha fatto prima tappa a Matera, ad accoglierlo in piazza Vittorio Veneto oltre 5 mila persone.
Alle ore 21, il camper arriva a Potenza, in Piazza Mario Pagano,per i potentini conosciuta anche come Piazza Prefettura.
Una signora dal pubblico esclama “In Piazza Prefettura non si vedeva tanta gente da almeno 30anni, da quando non c'è più Berlinguer!”
Il portavoce del Movimento 5 Stelle presenta i candidati ed esordisce “Siamo gli unici oggi ad aver depositato tutte le liste elettorali. I partiti ancora litigano sui nominati! Il 55% dei capilista del MoVimento 5 Stelle sono donne. Quando il voto è libero vincono le donne. Non abbiamo donne con le tette di silicone e il culo di polistirolo. Abbiamo donne vere: madri e lavoratrici. Non donne da copertina abbiamo donne che si fanno un culo così!” Sviscera punto dopo punto il programma, dalla piazza numerosi applausi.
Poi attacca Berlusconi, Bersani e Monti sul redditometro: “Il redditometro è in sostanza uno studio di settore sulle famiglie. Hai speso di più del tuo reddito? Come hai fatto? Ti ha prestato i soldi tuo zio? Dimostramelo! Ti ha aiutato tua mamma? Dimostramelo! Hai risparmiato i soldi tenendoli in casa in una cassetta, sotto le mattonelle? Dimostramelo! Io devo dimostrare come spendo i miei soldi? Ma scherziamo? Io voglio rovesciare questo concetto.
Sei TU che devi dimostrare come spendi i miei soldi!” e aggiunge: “Appena dentro al Parlamento, chiederemo il politometro, ogni politico deve dimostrare quanto ha guadagnato durante la sua carriera politica e se non riesce a dimostrarlo allora deve restituire i soldi allo Stato” Intanto, dalla piazza continuano ad applaudire, mentre, Grillo ricorda che il Movimento 5 Stelle ha rinunciato a tutti i rimborsi elettorali.
In Sicilia i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno ridotto del 70% il loro stipendio, coni tagli ai loro stipendi hanno creato un fondo per sostenere le piccole imprese.
Lo Zunami Grillo è passato dalla Basilicata, avrà smosso le coscienze lucane a liberarsi dalle catene clientelari?




We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information