Organizzazioni ambientaliste sulle trivelle nel Mar Jonio

 

Le organizzazioni lucana ambientaliste, Med No Triv e No Scorie Trisaia, rendono noto che la società britannica Transunion Petroleum Ltd ieri ha presentato agli uffici competenti ministeriali, regionali e provinciali dei territori interessati, “l'istanza di avvio della procedura Via relativamente al progetto di ricerca denominato’"d68 F.R. – TU’ nel Mar Jonio”. Le associazioni rendono noto di averlo appreso dal Comune di Policoro “capofila della battaglia contro le trivelle nel Mar Jonio e fautore della Carta di Herakleia,  tramite un documento sottoscritto da enti locali, istituzioni, associazioni e comitati che ribadisce la centralità dei valori naturali ed ambientali del mare e della costa jonica”.

Per le associazioni Ola, Med No Triv e No Scorie Trisaia “è necessario che gli enti locali, le Regioni e le Province calabresi, lucane e pugliesi attivino da subito azioni coordinate tecnico giuridiche al fine di scongiurare il massiccio attacco petrolifero al Mar Jonio, con iniziative pubbliche e di coinvolgimento sul ‘Progetto Herakleia’ affinché il governo receda da quello che può essere definita una vera e propria follia che rischia di mortificare la cultura e l'economia di tre regioni distruggendo gli habitat marini e costieri”

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information