'Basta all'eolico in Basilicata'

pale eolicheNello splendido scenario dell'ex Convento di Santa Lucia e Agata si è tenuta una conferenza stampa organizzata dalle associazioni,tra cui Inu,Italia Nostra,Amici della Terra,Salviamo il Paesaggio e Ola sullo stato dell'arte del sistema energetico nazionale ed in particolare di quello della Basilicata.

Il tutto è scaturito da una decisione assunta dalla Regione Basilicata risalente al 24 maggio scorso,in cui si dava via libera all'istituzione di dieci parchi eolici in regione, previsti dal PIEAR (Piano di indirizzo energetico ambientale regionale) di cui due a Matera,a ridosso del Parco delle Chiese Rupestri e della Murgia Materana,Patrimonio Unesco,in località Matine e in località Le Reni.

In conferenza,è emersa la necessità di dire basta all'eolico a livello nazionale,vista la realizzazione di già 8000 megawatt e soprattutto nel Mezzogiorno, in particolare è la Basilicata che rischia di essere assalita dalle enormi pale,che non porterebbero nessun beneficio al territorio,se non mettendolo a rischio, come nel caso di Matera e delle sue aspirazioni europee.

Rosa Filippini,presidente nazionale di Amici della Terra ha ribadito,infatti,la necessità di porre fine alla deregulation che regna nella nazione a livello energetico,con l'impiego di 1,5mld per degli incentivi che non favoriscono le energie rinnovabili,ma le non rinnovabili come l'eolico.

Alla conferenza era presente anche il viceministro all'Interno,il sen. Filippo Bubbico che ha condiviso con la Filippini la volontà di cambiare rotta e sostenere la microgenerazione distribuita e rivedere la normativa di sistema per tutelare i paesaggi.

Il sindaco di Matera Adduce ha ribadito con forza la posizione di contrarietà rispetto alle ultime decisioni della Regione ed un appello a rivedere le politiche energetiche nazionali dopo 20 anni in cui il saldo non è di certo confortevole per il Paese e la nostra Regione.

Infine,Lorenzo Rota,presidente temporaneo INU (istituto nazionale di Urbanistica) Basilicata ha affermato che bisognerebbe rivedere il PIEAR che permette di costruire parchi eolici,scongiurando la realizzazione di 5000 megawatt in regione.

Massimo Andrisani

Sull'argomento abbiamo sentito:

Rosa Filippini, Amici della Terra

Filippo Bubbico, viceministro all'interno

Salvatore Adduce, sindaco di Matera

Attilio Caruso ha aperto un gruppo su facebook "salvare la murgia materana dalle pale eoliche"

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information