Il NO della Ola al progetto di Italcementi

 

ola"L'Organizzazione lucana ambientalista (Ola), ha presentato le proprie osservazioni e manifestato la propria contrarietà al progetto Italcementi SpA nell’ambito del parere VIA regionale, chiedendo al presidente del parco regionale Murgia Materana, Pier Francesco Pellecchia che ha convocato sabato prossimo un incontro con le associazioni ambientaliste di esprimere parere contrario all’impianto per una serie di motivazioni riassumibili in 10 punti".
Lo rende noto la stessa Ola, che in una nota ricorda come, tra i dieci punti, vi siano la "pericolosità dovuta all'incremento dei flussi di rifiuti con uso combinato del CSS e altri rifiuti e combustibili; ubicazione dell'impianto a ridosso del centro abitato di Matera; possibile contaminazione delle biocenosi vegetali ed animali del parco regionale murgia materana; assenza di specifica previsione di utilizzo dell'impianto nel piano provinciale dei rifiuti ed in quello regionale".
A parere della Ola, "sarebbe invece opportuno la delocalizzazione dell'impianto esistente", considerando anche "i precedenti già presenti in Italia per i cementifici in aree a forte impatto criminogeno (si veda il casertano o l’area vesuviana), pur essendo al momento il materano avulso da eventi di tale portata, prevenire il conferimento in aree come i cementifici, annullandone la fattibilità, consentirebbe di evitare una commistione traducibile nell’equazione cemento/rifiuti = cemento/smaltimento rifiuti a basso costo; rischio di incidere negativamente ed in modo irreversibile sui costi per la gestione del ciclo dei rifiuti in Basilicata, incrementando le quote di tassazione a carico dei cittadini.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information