Servizio trasporto assicurato per lavoratori FIAT SATA

sata“La Provincia di Matera ci ha assicurato che il servizio di trasporto per i lavoratori residenti nel materano che dovranno recarsi alla Sata di Melfi funzionerà regolarmente fino all'8 agosto e a partire dal 26 agosto”.

Lo riferisce Gerardo Evangelista della Fim Cisl Basilicata. “La continuità del servizio di trasporto dalla provincia di Matera si rende necessario – spiega Evangelista – in quanto dal giorno 26 agosto saranno in attività i manutentori, gli addetti alla vigilanza della Sata e gli addetti degli stabilimenti dell'indotto. Bisogna dare atto alla Provincia di Matera per l'attenzione riservata ai lavoratori e alle lavoratrici che ogni giorno, con non pochi sacrifici, si mettono in viaggio per recarsi alla Fiat di Melfi. Per quanto ci riguarda è un doveroso segno di rispetto verso coloro che hanno scelto di restare nel proprio paese dando così un grande aiuto all'economia locale”.

 

Sull'argomento sono intervenuti anche il segretario provinciale dell’Ugl metalmeccanici di Potenza, Donato Russo, ed il segretario regionale della federazione lucana, Giuseppe Giordano ringraziano l’assessore Braia “per la sua instancabile attività a sostegno dei lavoratori e per l'estrema attenzione e dedizione ai loro problemi “Andava assolutamente trovata una soluzione per gli operai della provincia di Matera che devono raggiungere la Fiat fino al 9 agosto 2013, ultimo giorno lavorativo prima delle ferie estive dei metalmeccanici. Immediatamente alla nostra sollecitazione al problema, Braia in stretto contatto con i dirigenti dell’ufficio provinciale ai trasporti di Matera, ha ripristinato la normale attività di viaggio dei mezzi pubblici. A Braia abbiamo chiesto un ennesimo sforzo nel trovare soluzione per gli operai materani che dovranno raggiungere la Fiat anche nel periodo di agosto. Quest'anno, a differenza del passato, l’Ente provinciale ha risposto all’Ugl che per l’istituzione di servizi aggiuntivi nel mese di agosto, l’impegno finanziario a carico della Provincia di Matera ammonterebbe a circa 90.000 euro  e non può farsi carico di questo onere. Siamo più che sicuri che l'assessore Braia troverà una soluzione ottimale anche su questo problema”

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information