Unibas, 4 ottobre termine ultimo per le immatricolazioni

unibasSi chiuderà il prossimo 4 ottobre la prima fase delle immatricolazioni nell’Università della Basilicata per l’anno accademico 2013-2014: i nuovi iscritti (a una settimana dalla scadenza, che storicamente rappresenta il “picco” di richieste) sono complessivamente 824, a cui andranno aggiunti coloro i quali hanno partecipato, e superato, i test di ingresso per i corsi ad accesso programmato (597 posti a disposizione, con un numero di richieste di gran lunga superiore).
Lo scorso anno le immatricolazioni sono state 1.509, di cui 415, con mora, tra ottobre e dicembre.
Il dato complessivo, fino a questo momento, è di una sostanziale stabilità delle iscrizioni, lasciando spazio ad un cauto ottimismo, e in linea con la tenuta delle immatricolazioni in Basilicata, in controtendenza con l’andamento nazionale degli ultimi anni. Il leggero calo di 146 iscritti riscontrato l’anno scorso rispetto all’anno accademico 2011-2012, sarà probabilmente riassorbito.
“E’ ben noto che a livello nazionale si registra una generica diminuzione delle iscrizioni – ha spiegato il Rettore di Unibas, Mauro Fiorentino – dovuto al calo demografico e alla crisi economica, che ha influito notevolmente sulle scelte e sulle possibilità delle famiglie italiane. L’Università della Basilicata, fino a due anni fa, non ha però risentito di questo trend, ‘reggendo’ bene dal punto di vista delle iscrizioni. L’inversione del 2012 non ci ha quindi stupito, e la tendenza del 2013 ci fa ben sperare, nonostante gli incentivi concessi dallo Stato agli studenti meritevoli che scelgono di studiare fuori dalla regione di residenza, con un indubbio e sfavorevole riflesso per le Università del Mezzogiorno”.
L’Ateneo lucano, per favorire i nuovi iscritti, organizzerà il 2 e 3 ottobre la prima giornata di accoglienza delle matricole (che si ripeterà il 9 e 10 ottobre): i primi due giorni (il 2 anche a Matera) sono stati organizzati dalle associazioni studentesche per fornire informazioni sulla didattica e sulle strutture dell’Ateneo (tra cui le aule e le apparecchiature a disposizione degli studenti disabili), mentre il 9 ottobre è previsto il saluto del Rettore e il giorno successivo un concerto (ore 19) delle band universitarie, nel polo di Macchia Romana. Sul piano della didattica e della ricerca, invece, sarà proprio la Basilicata a ospitare per la prima volta in Italia una tavola rotonda nazionale, organizzata in collaborazione con l’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca), sul tema “Autovalutazione, valutazione e accreditamento”: l’evento si svolgerà il prossimo 1 ottobre a Potenza, nel campus universitario di Macchia Romana dalle ore 9, nell’Aula magna. Sono previsti, tra gli altri, gli interventi del nuovo presidente della Crui (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), Stefano Paleari, e del capo dipartimento del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, Marco Mancini. L’obiettivo è quello di delineare un quadro dei risultati della recente valutazione della qualità della ricerca che l’Anvur ha concluso lo scorso luglio, dopo un lungo percorso di gestione e di analisi.
“E’ un momento importante – ha aggiunto Fiorentino – per il nostro Ateneo che ha ben figurato in questa valutazione, e soprattutto per accendere di nuovo i riflettori, a livello nazionale, sull’importanza della ricerca scientifica e della qualità delle attività universitarie”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information