Aspettando "Nuovo Contrordine Mondiale", a Pescara sabato 7 dicembre Povia in "Cantautore"

 

alt

"Povia è uno che tratta argomenti del momento e non, per necessità di comunicare un punto di vista, un'emozione che pochi vogliono ancora provare, perchè le emozioni che piacciono a me sono un po' scomode e difficili da risvegliare. Una volta ascoltate, capite e provate, diventano belle e uniche".
Ad affermarlo è lo stesso cantautore Giuseppe Povia nell'ultimo post del suo blog (www.povia.net). In una lunga confessione - o forse confidenza, dato il tono  - ripercorre tutte le tappe della sua carriera musicale per rispondere a quanti, del disco NuovoContrordineMondiale che sta preparando, "non ci hanno capito un cazzo perchè la loro testa purtroppo è invasa da 2 minimi "IMMUN" denominatori: il pregiudizio e la non conoscenza".

Un'occasione per scoprire la forza argomentativa delle sue canzoni, sabato 7 dicembre alle 21 a Pescara, nell'auditorium Flaiano, sul Lungomare Cristoforo Colombo 122, quando Povia sarà in concerto in "Cantautore".

Senza peli sulla lingua, senza timore di fare nomi e cognomi di chi ha ritenuto opportuno denigrarlo solo per partito preso e ringraziando chi, invece, non ha avuto paura di sostenerlo, Povia, nel post, elenca successi conquistati e umiliazioni subìte. Dall'ostracismo della critica alle false etichette che la sinistra di volta in volta gli affibia per screditarlo fino agli anni bui in cui le sue canzoni  - nonostante la profondità dei testi, come "E' meglio vivere una spiritualità", "Due navi"o "L'amicizia" - stentano a decollare.

 Lui però non si è lasciato demoralizzare ed è sempre andato avanti.
Ha vinto il Premio Recanati (oggi Musicultura), un Sanremo, il premio Mogol e diventa richiestissimo in tutta Italia per i suoi live.

Adesso è in preparazione il nuovo cd: "Il disco che sto facendo e cioè "NuovoContrordineMondiale" già dal titolo dovrebbe far capire che Non sono io quello davvero furbo. Altro che fare soldi.

Chiedo solo di essere accettato artisticamente e intellettualmente. Lo chiedo dal 1998. Anzi da sempre. Io non devo pensare quello che pensi tu. Questa è democrazia".
Per prenotare il CD, 15 tracce inedite, "Nuovo Contrordine Mondiale" è necessario scrivere a disco@povia.net. E' un disco autoprodotto non distribuito e arriverà direttamente a casa con dedica.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information