Elezioni Provincia Matera, incontro con i Sindaci

 

Sindaci1Avviato il confronto con i Comuni del Materano sulle procedure che regoleranno le elezioni del prossimo 12 ottobre, data in cui tutti i consiglieri comunali e i sindaci del Materano si recheranno alle urne per eleggere il nuovo presidente e i consiglieri della Provincia. Sono le cosiddette elezioni di secondo livello, non aperte alla cittadinanza, ma solo ai rappresentanti politici dei Comuni.

Entro il 2 settembre sarà costituito presso l’Ente l’ufficio elettorale provinciale composto dal segretario generale che lo dirige, da 5 componenti effettivi e da 5 supplenti scelti tra il personale dipendente della Provincia.

Tra l’8 e il 10 settembre 2014 i segretari comunali invieranno all’ufficio elettorale provinciale l’elenco con le generalità complete di ciascun sindaco e consigliere comunale aventi diritto al voto.

Le candidature dovranno essere presentate all’ufficio elettorale provinciale dalle ore 8.00 del 21° giorno alle ore 12:00 del 20° giorno antecedente la votazione e quindi dalle ore 8.00 del 21 settembre alle ore 12:00 del 22 settembre.

L’ufficio elettorale, effettuate le prescritte verifiche, pubblicherà l’elenco delle candidature entro l’8° giorno antecedente la votazione e quindi entro il 4 ottobre.

Le liste dei candidati alla carica di consigliere dovranno essere composte da minimo 5 e da massimo 10 candidati e dovranno essere sottoscritte da almeno il 5% degli aventi diritto al voto.

Le candidature alla carica di presidente dovranno essere sottoscritte, invece, da almeno il 15% degli aventi diritto al voto.

Sono  eleggibili alla carica di consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali in carica e, limitatamente alle prime elezioni, anche l’attuale presidente e i consiglieri provinciali uscenti (che però non votano).

Alla carica di presidente sono eleggibili i sindaci il cui mandato scada non prima di 18 mesi dallo svolgimento delle elezioni.

Il Consiglio provinciale di Matera sarà composto da 10 consiglieri e  resterà in carica 2 anni mentre il presidente durerà in carica 4 anni.

La proclamazione dei risultati delle elezioni avverrà a cura dell’Ufficio elettorale provinciale il giorno stesso delle operazioni di scrutinio o, al massimo, il giorno successivo.

In particolare, per ciò che concerne il presidente, l’ufficio elettorale procederà per ogni candidato alla carica di presidente nel seguente modo:

- accertamento per ogni candidato del numero dei voti allo stesso attribuiti dagli elettori di ciascuna fascia demografica;

- moltiplicazione per ogni fascia del numero dei voti attribuiti ad ogni candidato per il relativo indice di ponderazione del voto e somma dei voti ponderati così ottenuti in tutte le fasce, accertando perciò la cifra complessiva dei voti ponderati di ciascun candidato;

- formazione della relativa graduatoria;

- proclamazione dell’ elezione alla carica di presidente della provincia del candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti ponderati.

In caso di parità di voti, verrà proclamato eletto il candidato più giovane di età.

Analogamente il responsabile dell'ufficio elettorale procederà alla proclamazione dell’elezione dei consiglieri provinciali, provvedendo ai seguenti adempimenti preliminari:

- accertamento, per ogni lista e per ogni candidato, del numero dei voti attribuiti dagli elettori di ciascuna fascia demografica;

- moltiplicazione per ogni fascia del numero dei voti attribuiti ad ogni lista e ad ogni candidato per il relativo indice di ponderazione del voto e somma tra di loro, sempre per ogni lista e per ogni candidato, dei voti ponderati così ottenuti in tutte le fasce, accertando perciò la cifra elettorale ponderata di ogni fascia e la cifra  individuale ponderata di ciascun candidato;

- formazione per ogni lista della relativa graduatoria dei candidati, secondo l’ordine decrescente delle rispettive cifre individuali ponderate;

- assegnazione a ciascuna lista del numero dei consiglieri spettanti in applicazione del metodo d’Hondt.

L’Ufficio elettorale procederà quindi alla proclamazione dell’elezione alla carica di consigliere provinciale dei candidati di ciascuna lista seguendo l’ordine della graduatoria delle cifre individuali ponderate.

A parità di cifra individuale  ponderata, verrà proclamato eletto il candidato appartenente al sesso meno rappresentato tra gli eletti della lista e, in caso di ulteriore parità,  il candidato più giovane di età.

«Le Province ci sono ancora e continuano a rappresentare le istanze del territorio al quale devono rispondere, per il momento, su materie importanti -  evidenzia il presidente in carica Franco Stella -  e anche se tra mille difficoltà, amplificate dai cospicui tagli del governo centrale, stiamo continuando a lavorare per provare a tutelare i cittadini. Questa fase particolarmente delicata ci vedrà impegnati in una operazione di coordinamento rispetto alla quale sarà importante la collaborazione dei sindaci dei Comuni dell’intera provincia che abbiamo convocato proprio per definire un percorso elettorale il più chiaro e trasparente possibile.”

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information