Il cantautore Giuseppe Povia: "Meglio elemosinare che scendere a compromessi"

 

povia 

“Non voglio che questa mia opera venga esposta su uno scaffale assieme a 1000 altre, per poi finire magari nel cestino delle offerte. Voglio tenerla con me, proteggerla e guardare negli occhi chi la vorrà acquistare”.

Da oggi il cantautore Giuseppe Povia torna in studio con  Claudio del Signore a San Lorenzo Nuovo (Viterbo) per produrre “un disco fatto in casa come abbiamo fatto con il brano "Chi comanda il mondo" (https://www.youtube.com/watch?v=K-ecOmENIhM)”, spiega l’artista.
“ Vorrei girare un video per ogni canzone –aggiunge - ma visto che sono senza soldi come avrete capito, che ho a malapena quelli per fare il disco e che faccio tanti concerti ad un "budget anti-crisi" per vivere di musica, ho bisogno di trovare chi me li gira a costo zero. So che non dovrei, ma chiedere non costa niente e non mi vergogno a farlo visto che l'ambiente della musica mi ha fatto fuori e successivamente mi sono autoescluso.  Meglio elemosinare che scendere a compromessi. Il disco conterrà dai 15 ai 20 brani, se avessi un regista per ogni brano, con l'idea forte, lo potrebbe realizzare con poco e firmarlo. È un disco anche con argomenti particolari, quindi non per tutti. Avrà una tiratura limitata e costerà 15 euro più spese di spedizione”.

Provocatore e graffiante come sempre, Povia non si tira indietro e, con originalità e concretezza lancia un appello per cercare una troupe per i suoi video. Grazie alla sua lungimiranza e ai contenuti dei suoi brani, riuscirà a vincere anche quest’altra battaglia.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information