TORTORELLI (CCIAAMT): LA PASTA DI MATERA E' PATRIMONIO DA SALVARE E RILANCIARE

“ La tradizione pastaia e molitoria di Matera va salvata e sostenuta, attraverso un impegno della città e del territorio, per non disperdere un patrimonio di esperienze e di identità che può portare valore aggiunto al sistema produttivo locale’’ . E’ quanto afferma il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli, in relazione alle difficoltà del pastificio “Tandoi’’ di La Martella e alla ricadute negative sull’occupazione. “ La Casa degli imprenditori – afferma Tortorelli- esprime preoccupazione sui rischi di scomparsa dell’ultimo pastificio materano, a conclusione di una crisi del comparto che ha visto la scomparsa di marchi rinomati e alla chiusura di impianti che per decenni hanno costituito il vanto di Matera sui mercati italiani e stranieri. Farine di grano duro e pasta rappresentano una peculiarità della dieta mediterranea, bene immateriale dell’Umanità che va salguardato e rilanciato’’. Tortorelli ricorda, in proposito, quanto fatto con varie iniziative come la costituzione di un Archivio della Memoria sulla cucina del Materano e soprattutto con la mostra “La Pasta di Matera: una tradizione da salvare. Industria e tradizione:oltre 100 anni di storia’’, che mise in luce esperienze di aziende, buone pratiche e potenzialità di valorizzazione del comparto. “ Con quella esperienza –ha detto il presidente Angelo Tortorelli- contribuimmo, anche con laboratori che coinvolsero i ragazzi, a far conoscere la storia di un prodotto, la pasta di Matera, prodotta con grani duri speciali e apprezzata per tanto tempo in Italia e all’estero. Fu una iniziativa che intese stimolare l’imprenditoria a riprenderne la produzione. La pasta è la regina della tavola che esprime la tipicità e i sapori di questa terra; stiamo facendo e continueremo a fare promozione in questo senso, non ultimo con il progetto Mirabilia, che mette in rete tutte le risorse- compresa la buona tavola- di beni e siti patrimonio dell’Unesco, in funzione anche di Matera 2019. Da parte nostra vi sarà attenzione e impegno per favorire, insieme a tutte le componenti che hanno a cuore il passato e il futuro dell’economia materana, percorsi che possano rilanciare la produzione della pasta di Matera e della filiera’’. Matera 2 novembre 2015                                       

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information