Napoli: Concorso cinematografico "La vita non è un film"

Il Concorso cinematografico "La vita non è un film", bandito dalla Provincia di Napoli, in collaborazione con l'Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica, è stato presentato, presso la sala "Mariella Cirillo" di Palazzo Matteotti.
Erano presenti gli assessori provinciali alle Politiche scolastiche e formative, Gennaro Ferrara, e alla Mobilità e Viabilità, Strade e Trasporti, Antonio Pentangelo, il presidente della Commissione consiliare Scuola, Sicurezza e Legalità, Manlio Marano, il Segretario Nazionale Unasca (Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica), Mario Forneris e il Segretario Provinciale, Alfredo Boenzi, l'ing. Giancarlo Storto, Direttore Generale della Direzione Territoriale centro sud della Motorizzazione Civile.
Il concorso è rivolto agli studenti dell'ultimo anno di corso delle scuole superiori e intende avvicinare i giovani al tema della sicurezza attraverso il loro impegno diretto e utilizzando il linguaggio e le forme espressive a loro più vicini.
"La distrazione e la sopravvalutazione delle proprie capacità alla guida - ha affermato l'assessore Gennaro Ferrara - sono le principali cause degli incidenti stradali che, nei paesi europei rappresentano la prima causa di mortalità nei soggetti sotto i 40 anni e in Italia, provocano ogni anno oltre 5 mila morti e 300 mila feriti. Dati che fanno emergere l'importanza di una educazione stradale che preceda il conseguimento della patente di guida e che si accompagni alle azioni di educazione alla sicurezza ed al comportamento responsabile che la scuola, principale agenzia formativa, realizza".
I lavori saranno valutati da una Giuria di qualità, presieduta dall'ing. Giancarlo Storto, Direttore Generale della Direzione Territoriale centro sud della Motorizzazione Civile Saranno assegnati, complessivamente, tre borse-premio e 60 corsi gratuiti di scuola guida per il conseguimento della patente automobilistica o motociclistica.
"Il Concorso - ha sottolineato l'assessore Pentangelo - intende avvicinare i giovani al tema della sicurezza attraverso il loro impegno diretto e utilizzando il linguaggio e le forme espressive a loro più vicini; saranno infatti selezionati e premiati cortometraggi, prodotti anche con mezzi di uso comune come il cellulare, che abbiano come tema la strada e le sue insidie, ed in particolare le conseguenze di una condotta di guida in stati di coscienza alterati da stanchezza o assunzione di alcolici o stupefacenti".
"E´ innegabile - ha affermato nel suo interventoil Presidente della Commissione Scuola, Sicurezza e Legalità della Provincia, Manlio Marano - che i giovani siano attratti dal desiderio di trasgressione piuttosto che dal rispetto delle regole.
Le istituzioni devono perciò trovare il modo di invertire la tendenza. Questo concorso, per l´ambito nel quale si muove e per il sistema di incentivi messo in campo, ha le potenzialità per rendere interessante anche agli occhi delle giovani generazioni l´avvicinarsi alla cultura della sicurezza e della legalità". I cortometraggi premiati saranno trasmessi sul canale ufficiale della Webtv della Provincia di Napoli; tutti i lavori pervenuti saranno comunque visionabili, in un'apposita sezione, per consentirne la fruizione libera nella rete e l'utilizzo, anche didattico, da parte delle scuole di ogni ordine e grado. Il bando integrale del concorso " La Vita Non È Un Film", la cui scadenza è fissata per il 31 marzo 2010, è consultabile sul sito della Provincia di Napoli all'indirizzo: www. Provincia. Napoli. It

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information