Italia Wave: la Basilicata e gli "Effetti Collaterali". 2^ i materani Marasma

l_8326c8f2f6dfeb6d613bd6d433df753eSaranno gli "Effetti Collaterali" a rappresentare le Basilicata. La band porterà la lucania al prossimo festival internazionale Italia Wave in programma dal 16 al 19 luglio a Livorno. Il comitato di valutazione, costituito da Nico Ferri, Francesco Cerroni, Pierluigi Delle Noci, Luigi Catalani e Pietro Sacco, ha premiato l'esibizione della band potentina sul palco del teatro “2 Torri”, dove venerdì e sabato scorsi si sono svolte le due serate di finale regionale del concorso Italia Wave.

I materani mArAsma sono stati invece segnalati alla direzione artistica nazionale per la scelta tra le band seconde classificate nelle diverse regioni; pertanto sussiste la possibilità che anche loro di esibiscano durante la prossima edizione del festival toscano.

Gli Effetti Collaterali, trio noise/punk attivo dal 1999 e composto da Fabio Settembrino (voce e chitarra), Gianluigi Santoro (basso) e Antonio Santoro (batteria), ha dimostrato tutta la propria esperienza live con uno show intenso e quadrato, sprigionando un muro sonoro che, insieme alla qualità dei testi, ha convinto platea e giuria. Una formula puramente rock, dunque, laddove la caratteristica di questa edizione 2009 è stata la contaminazione tra le arti durante le performances: diversi i musicisti che sul palco sono stati coadiuvati da disegnatori, pittori, danzatori, personaggi, cartelli per amplificare il messaggio.

Circa 1000 spettatori hanno ascoltato e applaudito le dieci band che, preselezionate tra i 36 gruppi iscritti quest'anno, si sono alternate sul palco del teatro potentino. In 12 anni, Italia Wave Basilicata ha censito oltre 350 gruppi lucani e più di 1500 musicisti, coinvolgendo le oltre 100 band finaliste in un percorso professionalizzante di valorizzazione e promozione del proprio progetto artistico. I numeri di questo concorso dimostrano l'appassionata attenzione verso le musiche attuali e sottolineano l’inspiegabile disinteresse delle istituzioni locali nei confronti della più diffusa forma di espressione artistica giovanile.

“Ancora una volta l'iniziativa non è stata condivisa da nessun ente o istituzione - commenta Nico Ferri - responsabile Italia Wave Basilicata e presidente dell'associazione Multietnica, che insieme all'associazione Generazione Zero ha organizzato la manifestazione con il solo supporto di pochi partner tecnici. “Da oltre 10 anni, puntualmente, questa iniziativa genera nuove opportunità professionali, visibilità in circuiti nazionali per artisti locali e momenti di sana e partecipata aggregazione: nonostante questo, nessuno dei responsabili delle politiche giovanili e culturali della regione riesce a cogliere l’importanza e il valore che la creatività giovanile può assumere in un contesto abulico e periferico come il nostro. Perché?”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information