GEZZIAMOCI - PRESENZE RECORD E GRANDI NUMERI MA INCOMBE L’INCOGNITA PER IL FUTURO

gezziamoci_2009_1_concerto

L’edizione 2009 del Gezziamoci chiude all’insegna dei grandi numeri. In quattro giorni la rassegna ha registrato oltre 2.500 presenze fra i concerti itineranti nel centro storico e gli appuntamenti serali con i gruppi e le jam session.

Oltre 40musicisti che si sono alternati sul palco e nelle street band, 11 formazioni musicali ospiti da tutta Italia, concerti itineranti che hanno animato il centro storico e i negozi della città, 30 volontari che hanno organizzato logistica, organizzazione generale e ospitalità, hanno caratterizzato anche quest’anno la rassegna promossa dall’Onyx Jazz club che, però, conclude la fase estiva con una incognita legata alla prosecuzione nella stagione autunnale e invernale.

L’ultima giornata del Gezziamoci si era aperta, domenica, con il concerto all’ alba nella chiesa rupestre della Madonna delle Vergini. La musica della sessione di fiati della Terni Street Parade (Marco Collazioni, Marta Polimadei, Alberto Oliva e Manuel Trotti) aveva reso magico il panorama mozzafiato della città alle prime luci del giorno. La collaborazione con l’associazione musicisti jazz di Terni è stato l’elemento centrale attorno al quale si è sviluppata l’edizione 2009 della manifestazione e che ha confermato lo straordinario valore di musicisti con i quali la collaborazione dell’Onyx proseguirà con altri progetti.

Nel pomeriggio dell’ultima giornata della rassegna, dunque, una inconsueta formazione composta dai due percussionisti Fabio D’Isanto e Luca Colussi aveva suonato sulla scalinata del Conservatorio di piazza Sedile accompagnata dal “banditore” Rino Locantore che, accompagnato da una bottiglia di birra vuota e da una chiave, aveva improvvisato una sezione ritmica che aveva entusiasmato il pubblico presente in piazza. Il suono del cupa-cupa del banditore aveva, poi, aperto la passeggiata della street parade nel centro storico, conclusa all’Auditorium dove il duo di Alessandro Bravo e Cristiano Arcelli aveva alternato un repertorio di standard a composizione originali, concluse con un brano tradizionale africano.

Al sindaco di Piazza Armerina, Carmelo Nigrelli, ospite della rassegna è spettato, inoltre, il compito di sottolineare una serie di elementi di collaborazione fra le due città, patrimonio dell’Unesco, che si sono sviluppati nel corso della sua permanenza a Matera, in occasione del Gezziamoci.

«Stiamo pensando di offrire allo studente che si aggiudicherà una borsa di studio per i corsi della rassegna Piazza jazz, un soggiorno a Matera durante il Gezziamoci prevedendo, al tempo stesso, l’opportunità per un musicista materano, di esibirsi nel corso della nostra manifestazione che si svolge ogni anno fra la fine di luglio e i primi giorni di agosto». Nigrelli, che era accompagnato dalla moglie Daniela, ha ringraziato Matera ei suoi cittadini per la straordinaria accoglienza e ospitalità riservata loro in questi giorni. Al suo arrivo in città, aveva incontrato il sindaco Emilio Nicola Buccico, il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella e il presidente della Camera di Commercio, Angelo Tortorelli con cui ha avviato interessanti contatti per future collaborazioni.

Il Gezziamoci si è concluso con il concerto di Bruno Erminero e dell’Atomic Organ Combo. Sul palco,insieme a loro, uno straordinario ospite: il trombettista Mike Applebaum con cui la formazione ha suonato brani celebri e standard della tradizione funky entusiasmando il pubblico che ha affollato l’Auditorium di piazza sedile.

 

Antonella Ciervo

ufficio stampa Gezziamoci

 

Matera, 31 agosto 2009

vedi i video del Gezziamoci 2009

27 agosto
esposito

concerto

28 agosto

29 agosto
30 agosto

youtube


realizzazione
www.videouno.it
www.ilmiotg.it

 

www.onyxjazzclub.it

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information