Alcune domande sull'ambiente ai candidati Sindaci di Matera

Ai Signori Candidati Sindaci

di M A T E R A

Oggetto: Principali problematiche ambientali che interessano la città

di Matera

I torrenti Jesce e Gravina sono contaminati dall’inquinamento, ci sono documenti che in maniera incontrovertibile lo dimostrano.

Il torrente Jesce che bagna Altamura e che si riversa nel Gravina attraverso lo Jurio è inquinato; è stato, infatti, rilevato dall’Arpab e lo stesso Sindaco di Altamura Mario Stacca ne ha dato contezza.

Il 28 di Maggio, sempre dello scorso anno, il NOE dei Carabinieri di Potenza ha provveduto, assistito dall’Arpab a fare dei prelievi di acqua cominciando dagli scarichi dei depuratori gestiti da AQL in località Pantano di Matera.

Alla luce di quanto emerso, tre gestori, a vario titolo, dell'impianto di depurazione sono stati segnalati per violazioni alla normativa in materia ambientale.

Il 10 Marzo di questo anno è scattato il sequestro del depuratore, disposto dalla Procura della Repubblica di Matera in quanto non in regola con la normativa vigente.

Quello che non veniva correttamente depurato era scaricato nel torrente Gravina

la situazione delle infrastrutture fognarie è apparsa carente anche perché risalente , nella sostanza, agli anni ’30.

In molti punti i reflui urbani sono scaricati direttamente nel sottostante torrente Gravina senza depurazione alcuna

La Regione Basilicata in un incontro che tenne lo scorso mese di Gennaio dette conto di una attività di monitoraggio, se ancora ce ne era bisogno, che si sarebbe dovuta intraprendere per poi pervenire a soluzioni risolutive di concerto, anche con le autorità pugliesi

Tenuto conto che la situazione ormai incancrenita è andata via via peggiorando, quali iniziative intendono assumere i candidati sindaci senza voli pindarici ma con la concretezza delle cose da fare e con le risorse che vanno e si possono mettere in campo?

Senza , peraltro ancora, rispolverare vecchi progetti che sono costati alle casse dell’Erario alcune decine di milioni di Euro e che, poi, sono risultati impraticabili.

L’amministrazione comunale è risultata carente anche in tema di monitoraggio ambientale, non ultimo il simpatico confronto che si creò l’estate scorsa sulla presenza in città di livelli abnormi di Ozono.

Nessuna attenzione è stato posta al monitoraggio dell’aria per ciò che concerne il traffico stradale, specie nelle zone di maggiore densità.

Sono tutti elementi che concorrono alla qualità della vita e che una amministrazione comunale non può ignorare, come non va ignorata anche in chiave ambientale l’attività del vicino cementificio, della delocalizzazione dell’impianto sito a S. Vito e di tutto quanto connota l’attività della struttura industriale.

Sarebbe il caso che i candidati sindaci dessero una risposta alle problematiche sollevate, almeno come dimostrazione di conoscenza delle stesse.

Ass. B.R.I.O. Gruppo di Matera –

Città Plurale -

Falco Naumanni -

Fondo Ambiente Italiano – Matera

Legambiente – Matera

Movimento Azzurro Murge

Mutamenti a Mezzogiorno

WWF - Matera

Matera, 20 Marzo 2010

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information