Rotondella, convegno sulla raccolta differenziata

 

convegno-rotondella"In Basilicata si può fare!" questo è lo slogan che ha incoraggiato la cittadinanza rotondellese, da quando nel dicembre 2010 l'amministrazione decise di adottare il sistema della raccolta differenziata "porta a porta", a dare un contributo attivo alla buona riuscita dell'impresa.
Del primo anno di sperimentazione del nuovo servizio di raccolta differenziata, si è parlato nella sala consiliare del comune jonico, nel corso di un dibattito organizzato dall'amministrazione comunale. La sensibilizzazione e l'informazione sono iniziate nelle scuole, ha detto il vicesindaco Walter Lobreglio, sottolineando la grande preoccupazione che ha accompagnato le autorità competenti e i cittadini stessi in merito al cambiamento delle abitudini quotidiane che il nuovo sistema avrebbe comportato.
I dati di partenza relativi al 2009, continua Lobreglio, erano scoraggianti poiché il sistema della raccolta differenziata adoperato era quello dei cassonetti.
Nell'arco di un anno il Comune è riuscito a raggiungere la percentuale del 63,9 meritando il premio come miglior "Start up" da parte di Legambiente Basilicata.
Il vicesindaco ha inoltre sottolineato che il dato raggiunto non deve essere considerato un punto di arrivo ma un punto di partenza per avviare altre buone pratiche ad esempio l'utilizzando dell'umido per scopi energetici e per la produzione di compost.
L'obiettivo dell'amministrazione è quello di ottenere una certificazione ambientale che dia garanzie alla cittadinanza sulla qualità di vita.
Al convegno hanno anche partecipato il sindaco di Montescaglioso e il sindaco di Montalbano Jonico riportando le loro esperienze vincenti e congratulandosi con tutta la cittadinanza rotondellese per gli i risultati raggiunti.
Interessante l'intervento dell'ingegnere Nicola Castruonuovo, responsabile del settore tecnico di Rotondella, che ha parlato degli impianti per il trattamento dei rifiuti in Basilicata.
Marco De Biasi, Presidente Legambiente Basilicata, ha sottolineato invece l'importanza della collaborazione dei cittadini nella buona riuscita della raccolta differenziata, definendo tale scelta fondamentale e obbligatoria per avere "un mondo diverso e pulito". De Biasi ha infine sottolineato l'importanza della variabile temporale spesso sottovalutata dalle amministrazioni, come nel caso di Potenza che si è imposta di costruire impianti di compostaggio con tempi lentissimi.



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information